Skin ADV
Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter
Oristano NewsnotiziecagliariPoliticaAmbiente › Nave incagliata: Lampis a Sant´Antioco
Red 9 gennaio 2020
Nave incagliata: Lampis a Sant´Antioco
«Nessun danno ambientale: i campionamenti effettuati, anche ieri, dai tecnici dell´Arpas escludono la presenza di idrocarburi sul fondale e nell´acqua di superficie. Ovviamente, i controlli proseguiranno fino al termine delle operazioni di recupero», dichiara l´assessore regionale dell´Ambiente Gianni Lampis, durante il sopralluogo nelle scogliere di Capo Sperone, dove si è incagliata la “Cdry blue”


SANT'ANTIOCO - «Nessun danno ambientale: i campionamenti effettuati, anche ieri, dai tecnici dell'Arpas escludono la presenza di idrocarburi sul fondale e nell'acqua di superficie. Ovviamente, i controlli proseguiranno fino al termine delle operazioni di recupero». Lo ha detto l'assessore regionale dell'Ambiente Gianni Lampis, durante il sopralluogo nelle scogliere di Capo Sperone a Sant'Antioco dove, il 21 dicembre, si è incagliata la nave mercantile “Cdry blue”.

Dopo il sopralluogo, l'assessore ha presieduto un incontro nella sala consiliare del Comune con il sindaco Ignazio Locci ed i rappresentanti della Capitaneria, dell’Arpas, del Corpo forestale e della Protezione civile. «Dopo l'incidente - ha sottolineato Lampis - la Giunta regionale ha monitorato immediatamente la situazione, al fianco dell'Amministrazione comunale, tenendosi informata sulle operazioni realizzate per tutelare l'integrità ambientale, che finora hanno consentito di ridimensionare i rischi di inquinamento».

«Un meritato riconoscimento va a chi, in questi giorni, si è prodigato, in perfetta collaborazione, per evitare gravi danni ambientali: gli uomini della Capitaneria e degli organismi regionali Arpas, Forestale e Protezione civile. Ora puntiamo alla chiusura in tempi brevi di un'emergenza che è stata affrontata nel migliore dei modi e con capacità professionale», ha concluso l'esponente della Giunta Solinas.
Commenti
24/2/2020
«Finalmente, dopo ben dieci anni, con la convocazione al Ministero dell’Ambiente, il prossimo 18 marzo, si è avviata la fase finale e decisiva di approvazione del progetto definitivo di bonifica della falda della zona industriale di Portovesme», dichiara l’assessore regionale dell’Ambiente Gianni Lampis
Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)