Skin ADV
Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter
Oristano NewsnotizieportotorresPoliticaAmbiente › «Non basta il fotovoltaico, servono bonifiche»
Cor 17 febbraio 2020
«Non basta il fotovoltaico, servono bonifiche»
L’ultimo investimento di Eni New Energy che nei giorni scorsi ha inaugurato a Porto Torres il nuovo impianto fotovoltaico, il secondo in Sardegna per grandezza, non convince il Partito Sardo d’Azione


PORTO TORRES - L’ultimo investimento di Eni New Energy che nei giorni scorsi ha inaugurato il nuovo impianto fotovoltaico, il secondo in Sardegna per grandezza, non convince il Partito Sardo d’Azione. Un impianto dalla capacità di 31 megawatt su un’area di 570 mila metri quadri costato circa 25 milioni di euro. «Un investimento che non solo non avrà nessuna ricaduta occupazionale in quanto la stessa Eni ha dichiarato che basteranno 10 persone per gestire un impianto di questo tipo, ma non rispecchia le reali esigenze del territorio che non ha altro bisogno che vedere realizzati progetti di sviluppo che possano realmente risolvere in maniera efficace e duratura il problema della disoccupazione che attanaglia la città», commenta Ilaria Faedda, segretario della sezione sardista “Simon Mossa”.

Un anno per realizzare il mega impianto, «diciotto, invece, gli anni di attesa per essere liberati dai veleni interrati nel sottosuolo dell’area industriale – ha aggiunto Faedda - un’altra occasione per questa amministrazione a 5stelle di imporsi e pretendere ciò che il nostro territorio aspetta da tempo».

Le misure compensative che Eni ha riconosciuto al Comune di Porto Torres sono pari a 500mila euro, «tutto in cambio del silenzio su mancate bonifiche, questione di un’importanza straordinaria sotto il profilo ambientale e della salute pubblica, del silenzio sul mancato impegno di Eni a formare e a utilizzare maestranze locali, del silenzio sui 230 milioni di euro previsti per la realizzazione della centrale a biomasse mai realizzata, che lo stesso Psd’az ha chiesto più volte di investire nel nostro territorio», prosegue il segretario cittadino sardista che condanna anche la decisione dell’attuale amministrazione di investire 250mila euro dei 500mila alla seconda fase del progetto sul Reddito Energetico. «Non siamo contrari a interventi sul territorio nell’ambito dell’efficienza energetica - sostengono i dirigenti sardisti – ma siamo contro la debolezza politica ed istituzionale di una amministrazione che lascia campo libero a chi mira solo ed esclusivamente ai propri interessi».
Commenti
23:50
Non ce l´ho fatta a rinunciare al profumo e allo sciabordio delle sue onde sulla scogliera, ai suoi tramonti incantati e alla compagnia dell´anziano e saggio ginepro che, adagiato sulla candida duna, da anni raccoglie le mie confidenze, raccontandomi le sue
4/4/2020
Ormai Undici mesi fa, decisi di abbandonare le tue rive dorate, il tuo cielo azzurro,la tua vegetazione selvatica e il tuo mare cristallino. Decisi di abbandonare il tuo profumo di casa, il tuo sapore di serenità e la tua carezza d´amore. Decisi di farlo, con coraggio, curiosità e anche con consapevolezza
4/4/2020
Scattano le nuove regole della Regione autonoma della Sardegna sulla gestione dei rifiuti urbani su tutto il territorio regionale relativamente alle persone positive al CoronaVirus o in quarantena obbligatoria. Le prevede l´ordinanza emessa ieri dal presidente Christian Solinas


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)