Skin ADV
Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter
Oristano NewsnotizieportotorresAmbienteParchi › Parco Asinara, bilancio approvato
Cor 3 febbraio 2021
Parco Asinara, bilancio approvato
Parco Nazionale dell’Asinara, approvato il bilancio di previsione per il 2021: con oltre 10 milioni di euro, dei quali poco meno di 2 milioni sono il finanziamento ordinario da parte del Ministero dell’Ambiente


PORTO TORRES - Il Parco Nazionale dell’Asinara ha approvato il bilancio di previsione per l’anno 2021 con oltre 10 milioni di euro, dei quali poco meno di 2 milioni sono il finanziamento ordinario da parte del Ministero dell’Ambiente per il funzionamento del Parco e dell’Area marina protetta, il resto deriva dall’attività progettuale dell’Ente a partire da bandi europei, ministeriali e regionali. In attesa dell’insediamento della Comunità del Parco, il Commissario straordinario Gabriela Scanu con il Direttore Vittorio Gazale e la struttura tecnica del Parco, hanno definito il programma delle attività per il 2021.

«Si tratta di un programma di ampio respiro - afferma Gabriela Scanu commissario straordinario del Parco - nel quale si punta sull’aggiornamento e attuazione della pianificazione esistente come il Piano del Parco, su una importante serie di interventi sulle opere pubbliche, che prevedono azioni di recupero edilizio e di efficienza energetica e sull’integrazione e miglioramento dell’attività di monitoraggio e ricerca scientifica e di educazione ambientale». Per il direttore Vittorio Gazale «un bilancio importante e impegnativo che avrà ricadute su tutto il territorio dell’area vasta e vede la collaborazione di tutti gli Enti coinvolti a partire dal Ministero e dalla Regione».

Per quanto riguarda la programmazione e la pianificazione, l’attività è rivolta alla conservazione ambientale ma anche a favorire lo sviluppo di un’economia green partendo dal turismo sostenibile. Il punto di riferimento principale per l’anno 2021, sarà l’aggiornamento del Piano del Parco, in vigore dal giugno 2010 e a distanza di 10 anni è importante procedere con una sua verifica e integrazione sulla base di ulteriori studi e approfondimenti, per renderlo pienamente rispondente alle nuove esigenze anche di sviluppo, nella logica della sostenibilità ambientale.

Altro elemento strategico è l’attuazione dei piani di azione della Carta europea del turismo sostenibile (CETS) nelle aree protette, secondo i principi dettati da Europarc. Continua l’attività del Marchio di qualità ambientale del Parco Nazionale dell’Asinara che è inserito all’interno della rete dei Parchi e delle aree protette della Sardegna. Nel 2021 sarà finalizzata ad una sua maggiore valorizzazione e possibile aggiornamento dello stesso anche in raffronto con le certificazioni di qualità riconosciute su scala nazionale e internazionale.

Per l’area marina protetta, in collaborazione con il Mipaf (Ministero delle Politiche Agricole), verrà attuato un piano di gestione partecipativo sull’attività di pesca, con il coinvolgimento delle marinerie di Porto Torres e di Stintino, strettamente collegato con le attività di sensibilizzazione e di controllo da parte degli organi di vigilanza. Sarà inoltre aggiornato il piano antincendio fondamentale nella gestione degli ecosistemi dell’isola. Per le opere pubbliche, sono previsti interventi di efficienza energetica, che verranno realizzati grazie a fondi del Ministero dell’ambiente del bando “Parchi per il clima”. Sono dieci le schede di intervento che hanno avuto esito positivo e che riguardano il patrimonio immobiliare del Parco, tra cui la sede di Porto Torres, il Palazzo Reale e la Casa del Parco nell’isola dell’Asinara, ma anche interventi di valorizzazione della lecceta di Elighe Mannu.

Una delle voci più importanti del bilancio riguarda il monitoraggio scientifico per valutare lo stato di conservazione delle risorse naturali, della flora, della vegetazione e della fauna presente sull’isola, con particolare riferimento all’equilibrio tra le diverse componenti trofiche. Nel 2021 verrà in particolare avviata un’importante collaborazione con Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e con la Regione Sardegna rivolta alla gestione della fauna ad unguati. Tra gli obiettivi prioritari dell’Ente Parco vi è quello di migliorare e intensificare le attività di educazione ambientale e alla sostenibilità. A tal fine è previsto l’ampliamento dell’ospitalità della foresteria di La Reale che, insieme con il miglioramento delle aule didattiche e alla realizzazione nei prossimi anni del Campus di Campu Perdu, in parte finanziato da fondi regionali, contribuiranno a fare del Parco dell’Asinara un riferimento per l’educazione e la formazione ambientale nonché per attività e seminariali a livello nazionale.
Commenti
14:09
«Le nuove trivellazioni potrebbero compromettere la consistenza delle sorgenti e la vita del bosco nell´area circostante», è l´allarme lanciato dal Comitato spontaneo per la salvaguardia di San Leonardo de Siee fuentes


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)