Skin ADV
Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter
Oristano NewsnotiziesassariCulturaUniversità › Da Sassari i migliori ricercatori scientifici
S.A. 8 aprile 2021
Da Sassari i migliori ricercatori scientifici
L’Università di Sassari avrà il compito di organizzare la tappa regionale del contest internazionale di comunicazione della scienza. Le iscrizioni sono state prorogate fino al 21 aprile


SASSARI - Torna a Sassari dopo il successo dello scorso anno FameLab, contest internazionale di comunicazione della scienza che coinvolge centinaia di giovani ricercatori in tutto il mondo. L’Università di Sassari avrà il compito di organizzare la tappa regionale che vivrà nella finale del 29 aprile il suo momento culminante. Le iscrizioni sono state prorogate fino al 21 aprile per dar modo alle tante persone interessate di partecipare. I due vincitori accederanno alla finale nazionale di giugno a Catania. I più meritevoli potranno conquistarsi il diritto di gareggiare nella competizione internazionale.

FameLab offre a giovani ricercatori e studenti, in possesso almeno di una laurea triennale, la possibilità di parlare in pubblico per mettersi alla prova come divulgatori di tematiche scientifiche; la sfida è quella di sviluppare una narrazione convincente e appassionante in una presentazione di soli 3 minuti. Le presentazioni saranno valutate da una giuria qualificata, nel rispetto delle restrizioni sanitarie.
La novità: FameLab Open. L'Università di Sassari è una delle 8 sedi nazionali per le selezioni di FameLab 2021, assieme ad Ancona, Brescia, Camerino, Catania, Genova, Pisa e Trieste. Sassari è l’unica città in cui per la prima volta FameLab si apre ai diversi ambiti del sapere (dalle Scienze Sociali e Umane all’Architettura) e sperimenta la nuova sezione FameLab Open, approvata dal coordinamento internazionale e nazionale della manifestazione, che ha accolto con entusiasmo l’innovazione proposta dalla nostra Università.

Anche i giovani ricercatori di discipline non ascrivibili alle “scienze dure” potranno testare la loro abilità comunicativa e misurarsi con la dimensione del concorso, seppur (per questa edizione) solo a livello regionale. Un’occasione per acquisire nuove competenze rispetto alla capacità di raccontare il proprio argomento di studio o di ricerca, per confrontarsi con i colleghi dei diversi settori disciplinari, per arricchire la propria rete di contatti e il proprio bagaglio di esperienze.

In preparazione alla selezione, l’Università di Sassari, con i partner Psiquadro (coordinatore di FameLab Italia) e Cinearena, ha organizzato due masterclass online sulla comunicazione scientifica e il public speaking. La formazione gratuita proseguirà un terzo webinar aperto a tutti gli interessati il 15 aprile, ed un corso mirato per gli iscritti a partire dal 22 aprile, volto a consentire ai partecipanti al FameLab di acquisire le competenze necessarie per realizzare una presentazione convincente. Ideato nel 2005 dal Cheltenham Science Festival, FameLab coinvolge oggi oltre 30 Paesi in tutto il mondo e dal 2012 si svolge in Italia grazie alla collaborazione tra Psiquadro e British Council Italia, l’ente culturale britannico che ne ha promosso la diffusione a livello globale. Dal 2012 a oggi FameLab Italia ha toccato 20 città e coinvolto oltre 1000 giovani ricercatori grazie ad una collaborazione con più di 80 partner culturali tra università, istituti di ricerca e enti pubblici, società di comunicazione della scienza, associazioni, musei e media partner.
Commenti
16:04
L´Università degli studi di Cagliari discuterà venerdì dei diritti fondamentali nella trasformazione digitale del lavoro. Il seminario è organizzato dal Centro studi relazioni industriali e dal Dipartimento di Giurisprudenza
9:22
Domani, secondo appuntamento settimanale all'UTE con la dottoressa Alessandra Derriu, archivista, scrittrice e storica che terrà la conferenza: Il simbolismo del sangue, la magia del vino. Tra medicina, credenza e superstizione
12/4/2021
La nomina è contenuta in un decreto firmato dal nuovo rettore dell´Università degli studi di Cagliari Francesco Mola. Fino a pochi giorni fa presidente della Facoltà di Scienze, il nuovo vice del magnifico è ordinario di Informatica, vanta più di 130 articoli su riviste internazionali ed è direttore del Centro Efis per l´e-learning dell´Ateneo
12/4/2021
Le iniziative condotte dal team dell’ateneo cagliaritano con speciali laboratori didattici realizzati sulla spiaggia sia con gli studenti universitari sia con gli studenti delle scuole medie
12/4/2021
L'Università delle Tre Età di Alghero propone anche questa settimana, due conferenze, in modalità didattica a distanza, sempre alle ore 16.30. In cattedra due docenti e scrittrici: domani Emma Fenu e giovedì Alessandra Derriu, archivista e storica.


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)