Skin ADV
Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter
Oristano NewsnotiziecagliariSaluteSanità › La gravidanza dopo il tumore e le cure
Cor 17 gennaio 2021 video
La gravidanza dopo il tumore e le cure
il coraggio di mamma Roberta e la nascita di Margherita. Professor Andrea Figus, direttore della Chirurgia Plastica e Microchirurgia del Policlinico Duilio Casula: «Una bella storia che aiuta ad avere fiducia nel futuro»


CAGLIARI - Prima il tumore al seno, la chemioterapia, la disperazione e il rischio di non farcela. Poi la guarigione, la ricostruzione e infine la nascita di una splendida bambina. È una storia a lieto fine quella di Giorgia Sanna, 35 anni, del marito Mauro Frau, 36, e della piccola Margherita. Lei, Giorgia, è una paziente del professor Andrea Figus, direttore della Chirurgia Plastica e Microchirurgia del Policlinico Duilio Casula. «A Febbraio del 2017 – racconta la donna - mi sono accorta di avere un nodulo al seno, è iniziato tutto da lì». Nell'aprile di quell'anno viene operata la prima volta con una quadrantectomia, seguita da radioterapia. «In quei giorni – spiega – decido di sottopormi a un test genetico dove viene evidenziata una mutazione del gene BRCA 1, che aumenta il rischio dell’80% di sviluppare tumore mammario durante tutto l'arco della vita. Per questo motivo, dopo averci pensato su, opto per una mastectomia profilattica bilaterale, trovando però difficoltà per l’intervento di ricostruzione, in quanto qua a Cagliari mi veniva proposta solamente la ricostruzione con le protesi».

È in quel momento che le strade di Giorgia e del Professor Figus si incrociano. «L’ho conosciuto – dice ancora la donna - e con lui ho avuto la possibilità di poter fare un altro tipo di intervento che mi avrebbe permesso in un unico tempo di ridurre i rischi dovuti all'inserimento della protesi in una mammella irradiata». L'operazione eseguita dal professore si basa sulla ricostruzione attraverso i tessuti dello stesso paziente, senza l'utilizzo di protesi. L'anno scorso, spiega professor Figus, «una volta completato il ciclo di radioterapia, Giorgia è stata sottoposta a un intervento durato 8 ore: le sono state asportate le ghiandole mammarie e contestualmente è stato prelevato il tessuto dall'interno delle cosce (PAP flap bilaterale) per poi ricostruire entrambi i seni, con un risultato positivo sia dal punto di vista clinico sia estetico».

È stata una dura prova per la giovane coppia: hanno condiviso paure, incertezze, dolori ma insieme sono riusciti a superarla. Il 30 ottobre del 2020 la nascita di Margherita. Papà Mauro racconta: «Si prospettava l’eventualità dell’ovariectomia, uno degli interventi da mettere in atto per la profilassi e per evitare l'insorgenza di nuovi tumori. Purtroppo la mutazione espone a una probabilità maggiore di un’insorgenza di tumori a carico dell’ovaio. Avevamo una finestra di tempo molto ristretta e fortunatamente lei è arrivata, non si è fatta attendere». Il professor Figus è felice: «È una bella storia che aiuta le persone ad avere fiducia nel futuro e nella medicina. Anche in una situazione di grande difficoltà come questa, pur dovendosi sottoporre a cure e terapie impegnative è bello guardare al domani».
Commenti

17:14
Sono 193 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (uno in più rispetto al dato di ieri), mentre salgono da venti a ventitre i pazienti in Terapia intensiva (+ tre). Ottantadue i guariti nelle ultime ventiquattro ore
12:00
E´ stata inaugurata questa mattina a Florinas la prima stanza degli abbracci della Sardegna, allestita da Consozio Parsifal e Cooperativa Altri Colori all´ingresso della comunità integrata comunale "Senior People Care Villa dei Giunchi"
3/3/2021
Iniziate le prime somministrazioni ai residenti dei Comuni di Sassari, Alghero e Ozieri. La programmazione della profilassi prevede, nella sua prima fase, la vaccinazione delle persone con più di ottantacinque anni
3/3/2021
Più di 50 studenti a casa. La struttura che ospita le studentesse dell’istituto Alberghiero di Alghero chiusa precauzionalmente. Accertata positività al Covid-19 di una operatrice. In quarantena il personale. Modifica nell´erogazione delle lezioni
2/3/2021
Vaccino anti-Covid e risposta immunitaria: i primi dati di uno studio realizzato dall´Azienda ospedaliero universitaria di Sassari su un campione di 378 operatori
2/3/2021
Oltre centocinquanta test antigenici rapidi tra gli studenti residenti nelle Case dello studenti di Sassari e tra i dipendenti per arginare il rischio di diffusione del virus. L’ente è favorevole e disponibile, se ci fossero le condizioni, ad avviare la vaccinazione del personale
2/3/2021
Sabato e domenica, i cagliaritani potranno fare il tampone gratuitamente. Per fermare la pandemia, previste postazioni sanitarie in sedici palestre scolastiche e al Terminal crociere. «Si pongono così anche le basi per iniziare il prima possibile la campagna vaccinale», ha commentato il sindaco Paolo Truzzu, durante la presentazione
3/3/2021
«Servono fatti concreti e un´organizzazione chiara. Intere categorie indicate come priorità ancora escluse dalla campagna», è la denuncia del Gruppo Progressisti in Consiglio regionale
3/3/2021
Sabato 6, martedì 9 e mercoledì 10 marzo, verranno effettuate circa mille vaccinazioni. Tutti gli interessati saranno convocati via e-mail in Viale San Pietro 8, nello stabile della Patologia medica e Clinica medica, al piano terra. Le vaccinazioni verranno erogate dalle 8 alle 14
2/3/2021
Potranno chiamare gli utenti che non possono utilizzare la e-mail, che resta il canale di prenotazione principale per la struttura del Palazzo Rosa di Via Monte Grappa, a Sassari
2/3/2021
L´Azienda ospedaliera universitaria di Sassari crea una pagina web dedicata sul proprio sito internet istituzionale, con modalità, giornate, orari e numeri di telefono
3/3/2021
Secondo i dati presenti nella piattaforma regionale, le persone positive al Coronavirus sono quarantaquattro, cinque in meno rispetto a due giorni fa. Nello stesso periodo, i ricoverati sono diminuiti da dieci a nove
26/2/2021
Sono 224 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (cinque in meno rispetto a ieri), mentre restano ventidue i pazienti in Terapia intensiva. 140 i guariti nelle ultime ventiquattro ore
27/2/2021
Da lunedì 1° marzo Lombardia, Piemonte e Marche in fascia arancione. In zona rossa Basilicata e Molise. Dati confortanti in Sardegna, dove l´indice Rt è il migliore d´Italia ma nessun pronunciamento ancora dal Ministero
29/12/2020
Sono stati 2.489 i test effettuati nelle ultime ventiquattro ore. Salgono di una unità sia il numero dei ricoverati in reparti non intensivi, sia in quelli intensivi. Duecento i nuovi guariti


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)