Skin ADV
Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter
Oristano NewsnotiziesardegnaPoliticaSicurezza › «Protezione civile, troppi comuni senza Piano»
Red 11 febbraio 2021
«Protezione civile, troppi comuni senza Piano»
«La Protezione civile regionale realizzerà un’indagine conoscitiva per costruire un quadro chiaro sui piani di protezione civile approvati dai Comuni e dalle Unioni di Comuni», dichiara l’assessore regionale della Difesa dell’ambiente Gianni Lampis, ricordando che sono ancora numerosi gli enti locali che risultano privi di un piano


CAGLIARI - «La Protezione civile regionale realizzerà un’indagine conoscitiva per costruire un quadro chiaro sui piani di Protezione civile approvati dai Comuni e dalle Unioni di Comuni». Lo ha detto l’assessore regionale della Difesa dell’ambiente Gianni Lampis, ricordando che sono ancora numerosi gli enti locali che risultano privi di un piano.

Finora, infatti, quaranta Comuni non sono in possesso di alcun Piano di Protezione civile; altri quarantaquattro risultano privi del Piano comunale per il rischio idraulico e idrogeologico; ulteriori qiattro anche del piano per il rischio incendi di interfaccia. Quarantuno Comuni, che hanno il piano per il rischio neve e ghiaccio, sono in possesso anche del piano per il rischio idraulico e idrogeologico e per il rischio incendi di interfaccia. Nella lettera, inviata ai sindaci, Lampis ha comunicato che nelle prossime settimane i funzionari della Protezione civile contatteranno le Amministrazioni per concordare un incontro (anche in videoconferenza) con tecnici e personale comunale che presidia le funzioni dei Centri operativi comunali, oltre ai rappresentanti delle strutture operative locali, con l’obiettivo di condurre l'indagine sullo stato della pianificazione di protezione civile.

Inoltre, lo scorso anno, la Protezione civile regionale, in collaborazione con Enas, Enel, Ministero delle Infrastrutture e Direzioni generali dei Lavori pubblici e del Distretto idrografico, ha organizzato incontri territoriali con le Amministrazioni comunali sulle dodici principali dighe della Sardegna: «Sono stati affrontati il rischio diga e il rischio idraulico a valle, oltre al tema dei piani di laminazione approvati. Ora, è necessario proseguire l'attività di supporto agli enti locali nella pianificazione di protezione civile con l’obiettivo di migliorare la capacità operativa nel prevenire e fronteggiare i rischi sul territorio e incrementare il livello di resilienza della comunità sarda», ha concluso l'esponente della Giunta Solinas.

Nella foto: l'assessore regionale Gianni Lampis
Commenti
12/4/2021
«Il Comando autonomo rappresenta il tassello di un percorso e di un rinnovato clima e testimonia come l’integrazione e la collaborazione tra istituzioni porti alla Sardegna un vantaggio complessivo in termini di pace, benessere e potenzialità di sviluppo industriale e di occupazione», dichiara il presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)